.
Annunci online

Kaddo
un po' di tutto e di tutto un po' :)
Link

Feed RSS di questo blog Reader
Feed ATOM di questo blog Atom
Resta aggiornato con i feed.

blog letto 1 volte


Stato & Chiesa: appunti
29 gennaio 2008
ciao ragazzi...

1-oggi ascoltavo il gr2 (via internet visto che sono fuori Italia) e mi è capitata una notizia sulla Chiesa che diceva che è a favore dell'abolizione dell'aborto e che una sua ingerenza nella vita dello Stato non è un danno ma che, anzi, sia una benedizione...

2-Poi leggo sul sito di Repubblica che il Papa, parlando della proprietà privata dice che questa deve essere a servizio della comunità... (http://www.repubblica.it/2008/01/sezioni/esteri/benedettoxvi-20/benedettoxvi-20/benedettoxvi-20.html)

Così mi permetto una piccola riflessione sui due punti premettendo che:
a- sono cattolico
b- sono praticante
c- credo in quello che professo
sperando che per voi non sia giudicata una schizofrenia...

Sul primo punto diciamo che sono d'accordo sul fatto che l'aborto sia una cosa deplorevole: anch'io credo che la vita nasca dal concepimento ma: può la Chiesa imporre allo Stato la sua "visione del mondo"?
Lo Stato, a mio avviso, deve garantire tutte le morali (e non mi si accusi di essere liberale :-)) e di conseguenza deve lasciare ogni cittadino libero di seguire la propria di morale, senza interferire impedendo lo svolgimento dei diritti individuali.
Così si potranno riconoscere i veri cristiani che seguono una morale e ne pagano le conseguenze, senza però costringere gli altri a non seguire la propria di morale.
Anche perché, la proposta di una moratoria internazionale sull'aborto è francamente ridicola, in quanto cozza con altre morali, come quella musulmana, che indicano la vita non dal concepimanto ma dopo alcune settimane... e visto che i diritti umani devono essere incarnati nelle realtà locali mi sembra una proposta populista...

L'intervento del Papa mi trova pienamente d'accordo! Però dalle parole bisogna passare ai fatti....
A Roma molti poveracci sono stati sfrattati da enti ecclesiastici che hanno troato più lucroso vendere immobili ad immobiliaristi, senza preoccuparsi di come questi poi vadano in mezzo ad una strada...
E poi, i Tanzi e i Cragnotti di turno non erano vicini ad ambianti ecclesiastici come l'opus dei e CL? (su questo leggetevi "Mani sporche" di Barbacetto-Travaglio-Gomez, ed chiarelettere da pag 218 in poi)
E non era questo Papa che, quando era a capo della Congregazione della dottrina della fede, lasciò solo mons. Romero, pastore della teologia della liberazione?
Allora se la Chiesa-istituzione si riunificasse con queste parole con la Chiesa-comunità vivente ben vengano, ma non si facciano bei proclami senza poi passare ai fatti...

Un augurio di Vita Piena



permalink | inviato da kaddo il 29/1/2008 alle 16:13 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa
sfoglia
novembre        febbraio